Il nuraghe di Palmavera è una reggia nuragica. Oltre tremila anni fa era abitata da un re che governava su un grande villaggio. Era un re buono e democratico che prima di prendere importanti decisioni radunava i capi tribù nella "capanna delle riunioni". Gli ambienti del nuraghe testimoniano un utilizzo pubblico della struttura e fanno pensare che esistesse una vera e propria organizzazione nuragica democratica! Ma cosa decideva questo sorprendente "parlamento nuragico"?
Possiamo solo fare delle ipotesi.
Probabilmente gli argomenti dovevano essere molto simili a quelli moderni e cioè i bisogni interni, gli scambi con l'esterno e forse anche le strategie di difesa dalle tribù vicine.

La storia di questo nuraghe e del suo villaggio è un po' complessa: dal XV al X secolo a.C., viene costruita la torre centrale e alcune capanne; attorno al IX secolo a.C. si costruisce la seconda torre, il corridoio, la grande capanna, ed altre capanne intorno; tra il IX e l'VIII secolo a.C. viene costruito il muro esterno.

Il nuraghe fu abbandonato definitivamente alla fine dell' VIII secolo a.C. Perché? Non lo sappiamo, questo è uno dei tanti misteri.